Si avvisa che per evitare disservizi durante la settimana della festa di Ognissanti, l'ultimo giorno garantito per le spedizioni di merce congelata è martedì 29 ottobre (il 28 ottobre per Sicilia, Sardegna, Calabria, Basilicata e Isole Minori). Il servizio tornerà regolare a partire da lunedì 4 novembre. Per particolari necessità si consiglia di contattare l'Assistenza Clienti allo 0640412862 o scrivere un'e-mail a commerciale@sushi-sushi.it

sushi-sushi.it

19 oggetto(i)

Le video ricette di Sushi sushi

22/ago/2019 15:17:52

Sul canale Youtube di Sushi sushi troverai tante ricette per imparare a cucinare a casa tua utilizzando al meglio i nostri ingredienti ed utensili.
Visita il canale Youtube di Sushisushi Official!



Il canale avrà diverse rubriche:
Sushi come farlo, tante semplici video ricette per imparare i principali skills per fare il sushi a casa tua, buono come quello del tuo ristorante di fiducia.
Il miglior ristorante, il nostro host Alessandro Napoli andrà a scoprire il mondo dei ristoranti giapponesi in Italia, per darti la possibilità di scegliere il tuo preferito!
Conoscere gli ingredienti, video divulgativi nei quali spieghiamo come utilizzare gli ingredienti, le differenze, le caratteristiche, etc

Inoltre potrai trovare videoricette su
La cucina giapponese, le migliori pietanze in pochi semplici mosse
La cucina asiatica, ricette dalla Tailandia, Cina, Indonesia, per dare libero sfogo a tutta la tua creatività
La cucina fusion, quando la cucina italiana si fonde con altre cucine, culture e sapori, na...

Leggi Ancora

La cucina fusion è un movimento culinario, nato con il processo di globalizzazione e dunque dallo scambio di culture diverse. Esistono vari filoni e tendenze gastronomiche della cucina fusion e in Italia - dove questa evoluzione si è diffusa negli ultimi vent’anni - c’è stata una prevalente influenza orientale, cino - giapponese. Ne abbiamo parlato con Paolo D’ercole, capo cuoco di Retro Food and Wine, noto ristorante di Roma, che ci ha raccontato la cucina fusion dal suo punto vista, le sue esperienze in cucina e il valore aggiunto dei prodotti giapponesi nelle ricette italiane.



L’evoluzione della cucina fusion e nuove tendenze

La cucina fusion è nata in Paesi come l’Australia, dove vi è stata una grande storia di immigrazione e integrazione - il melting pot. In questi posti, con l’unione di più culture, c’è stata inevitabilmente anche una fusione delle tradizioni culinarie.

In Italia, invece, la cucina fusion è arrivata più tardi, perché, come ci ha spiegato Paolo d’Ercole: “Il nostro P...

Leggi Ancora
Commenti | Caricato dentro Sushi Ricette Cucina Giapponese Da Leon

Le alghe, i benefici di questo super alimento del futuro

Gli oceani costituiscono circa il 70 percento del nostro pianeta, quindi è naturale che i tesori nascosti olistici vivano oltre la riva. Le alghe, per esempio, assorbono le sostanze nutritive dal fondo del mare, rendendo la "verdura marina" ricca di nutrienti e vitamine, superiore ai  frutti e alle verdure coltivate sulla terraferma.
Le alghe e la diata del mare

Ultimamente, notiamo questo incredibile superfood spuntare ovunque: nelle nostre bevande, nei pasti e persino nella cura della pelle. Lo snack alle alghe è popolare nelle diete a base vegetariana, in quanto è una fonte unica di amminoacidi essenziali vegani. Nel frattempo, le alghe sono una fonte di cibo abbondante, negativa al carbonio (il che significa che non richiede acqua o fertilizzanti per la raccolta), quindi è l'ideale per i consumatori attenti all'ambiente.
Se non sei ancora convinto dell'aggiunta di alghe a qualcosa di più dei tuoi sushi rolls, continua a leggere quanti potenti benefici sono...

Leggi Ancora

Il riso ha un grande significato nella cultura giapponese, fa parte della vita quotidiana del popolo nipponico e ne costituisce la sua identità. Il riso è l’ingrediente fondamentale della cucina giapponese e per questo motivo è indispensabile scegliere la giusta varietà per preparare piatti buonissimi come ad esempio il riso per sushi.

La qualità del riso giapponese

In generale, le varietà di riso possono essere classificate in tre gruppi - quelli a grana lunga, a grana media e a grana corta - in base al loro rapporto lunghezza e larghezza, dopo la cottura. La maggior parte del riso giapponese appartiene alla varietà a grana corta, che si caratterizza per i suoi chicchi piccoli, paffuti, rotondi e cristallini. I chicchi a grana corta hanno un contenuto di amido più elevato rispetto alle altre varietà, per questo, dopo la cottura, si uniscono tra loro, ma senza diventare molli - se il riso si ammorbidisce, significa che non è stato cotto correttamente. La caratteristica “appiccicosità” de...

Leggi Ancora
Commenti | Caricato dentro Sushi Ricette Cucina Giapponese Da Leon

La parola Teriyaki deriva letteralmente da due termini giapponesi: “teri” che  significa lucentezza e “yaki” che vuol dire grigliare o scottare. La salsa teriyaki densa è un codimento della cucina giapponese - ma anche di quella fusion - dall’aspetto lucido, quasi specchiato, che insaporisce divinamente le pietanze.

Salsa teriyaki densa e delicata: le particolarità del gusto  

L’utilizzo in cucina della salsa teriyaki risale agli inizi del XIX secolo ovvero nel tardo periodo Edo - quando la famiglia Tokugawa detenne il massimo potere politico e militare in Giappone.

William Shurtleff e Akiko Aoyagi, autori del libro History of Soy Sauce (2012), ci raccontano che gli ingredienti di base della salsa teriyaki - prima ancora che venisse coniato questo termine - erano mescolati insieme per preparare l'anguilla alla griglia giapponese.

Gli ingredienti di base della salsa Teriyaki sono: la salsa di soia, il mirin e lo zucchero.

In particolare, è il mirin a donare a questa salsa quel caratteristico...

Leggi Ancora
Commenti | Caricato dentro Cucina Giapponese Angolo ingredienti Da Leon

La Tempura è uno dei piatti più popolari (e gustosi) del Giappone. Con questo termine si intende il classico fritto misto giapponese, a base di verdure e crostacei. La ricetta, per una Tempura perfetta, è piuttosto semplice, ma è fondamentale conoscere i segreti per rendere la pastella croccante al punto giusto e il piatto asciutto e leggero.


Tempura: gli ingredienti per la pastella e come si prepara

Per cucinare un’ottima Tempura, dobbiamo scegliere, prima di tutto, ingredienti giapponesi di qualità e usare utensili giapponesi professionali. La frittura, in Giappone, è a base di pesce -  si usano specialmente i gamberi, come i Black Tiger Nobashi Ebi -  e di verdure - zucchine, peperoni, zucca, radice di loto.

La tempura perfetta deve risultare molto leggera e poco unta. Ecco gli ingredienti per la pastella:

- 1 tuorlo d’uovo

- Acqua gassata gelata (circa 100 ml)

- 100 g farina setacciata

- Sale

La preparazione

Per preparare la Tempura giapponese si deve sbattete il tuorlo dell’uovo con l’acqu...

Leggi Ancora
Commenti | Caricato dentro Cucina Giapponese Da Leon

Wonder Citron Yuzu, il limone giapponese delle meraviglie! 
Yuzu è un agrume giapponese (Nome scientifico: Citrus junos) delle dimensioni di un mandarino. Immaginalo come una specie di piccolo limone con un aroma leggermente esotico e tantissimi alimenti a cui si può abbinare. Tra i sapori che sono inconfondibilmente giapponesi, lo yuzu deve essere tra i più caratteristici. 
Il limone giapponese
E' difficile descrivere i sapori e i profumi dello Yuzu. Le parole che vengono in mente sono sapido, aromatico, sottile e delicato. Yuzu non sovrasta, si integra con delicatezza, molto simile al dolce suono di campanelli eolici danzare pigramente in una brezza estiva. 
In Giappone yuzu è ovunque. Viene utilizzato fresco, essiccato, mescolato con sale, con il peperoncino e altri condimenti per quasi ogni piatto. Viene affettato sottile per guarnire piatti, utilizzata la polpa, la buccia, il succo per condire pesce e carne. Yuzu viene usato per fare marmellate, confetture, dolci, bevande, limonate e anche il gelato. L'e...

Leggi Ancora

La cucina tradizionale giapponese si basa su ingredienti freschi e di stagione e sull'abilità dello chef nel saper trattare e combinare al meglio gli ingredienti. Ma per riuscire a preparare piatti perfetti, dal punto di vista della qualità e del sapore, i giapponesi utilizzano utensili da cucina innovativi e tecnologici, usati in tutto il mondo per la loro qualità e praticità.

L’innovazione degli utensili giapponesi

Gli utensili per la cucina giapponese sono concepiti per aiutare e facilitare lo chef nella preparazione degli alimenti (pesce, riso, verdure). Il popolo nipponico ha inventato tantissimi oggetti, dai coltelli (waboucho) alla spatola per la piastra (teppan), apparentemente semplici, ma che in realtà sono frutto di una approfondita ricerca. In base alla loro funzione, ciascun utensile è sviluppato tecnologicamente per non alterare o rovinare la materia prima e per garantire così la perfezione nella riuscita finale del piatto. Per esempio, il tagliere da cucina è fonte di cont...

Leggi Ancora
Commenti | Caricato dentro Cucina Giapponese Da Leon

La birra giapponese è la bevanda alcolica più popolare in Giappone, ampiamente consumata nelle case, nei locali e nei ristoranti di tutta la nazione. La popolarità della birra è aumentata notevolmente nella seconda metà del Ventesimo secolo, superando il sakè, la tradizionale bevanda ottenuta dalla fermentazione del riso. Negli ultimi decenni, alcune birre giapponesi hanno guadagnato popolarità anche in tutto il mondo. Lo sviluppo della birra giapponese è sicuramente dovuto anche al fatto che il metodo di produzione è lo stesso del sakè. Per questa ragione tutti i produttori di sakè hanno diversificato il loro business entrando prepotentemente sul mercato della birra e su quello della birra artigianale.

Alla scoperta delle birre giapponesi

I grandi marchi che dominano il mercato delle birre giapponesi sono Sapporo, Asahi e Kirin, che producono birra lager con metodologie occidentali. La tipologia di birra maggiormente venduta negli izakaya - i tipici locali dove i giapponesi si ritrovano...

Leggi Ancora
Commenti | Caricato dentro Cucina Giapponese Da Leon

I wagashi sono i tipici dolci giapponesi, nati per accompagnare la tradizionale cerimonia del tè. I dolci giapponesi sono famosi per le loro forme particolari, tanto da sembrare dei piccoli gioielli artigianali. Morbidi pesciolini, palline colorate farcite con ripieni golosi e fiori di loto, deliziano piacevolmente il palato. Questi dolci hanno diverse consistenze grazie ai vari metodi di preparazione e ingredienti, principalmente di origine vegetale. I wagashi sono tipici di ristrette regioni del Giappone, alcuni si preparano in determinati periodi dell’anno, altri fanno parte dello street food giapponese.

Dolci giapponesi: come sono fatti

L'anko è uno degli ingredienti più usati nella pasticceria tradizionale giapponese. Si tratta di una crema dolce a base di fagioli azuki rossi e zucchero, con la quale si farciscono i dessert. I giapponesi preparano due versioni dell’ anko: il Koshi-an, che ha una consistenza più morbida e omogenea e il Tsubu-an, una purea, dove i fagioli restano sbri...

Leggi Ancora
Commenti | Caricato dentro Cucina Giapponese Da Leon

Noodles Gli spaghetti giapponesi

28/feb/2019 18:31:00

Conoscere gli spaghetti giapponesi

Un tempo se si voleva cucinare a casa una ricetta di soba, udon o qualsiasi altro tipo di noodles si doveva scegliere un negozio specializzato, molto spesso lontano molti chilometri da casa. Fortunatamente non è più così e questi noodles sono diventati molto popolari, quindi li puoi trovare nei supermercati, nei negozietti asiatici di zona o li puoi ricevere comodamente a casa tua.
 www.sushi-sushi.it è il migliore! 

Ecco una guida rapida ai diversi tipi di noodles.
Noodles giapponesi

Soba - sono spaghetti giapponesi di colore scuro, perché contengono una parte di farina di grano saraceno. Hanno un'aroma di nocciola piuttosto marcato. La gran parte della soba presente sul mercato giapponese viene prodotta, oltre al grano saraceno anche con una percentuale più o meno alta di farina di grano, il che significa che non sono privi di glutine. 
La Soba da noi non ha ancora la fama che ha ottenuto in Giappone dove è unica protagonista di molti ristoranti specializzati che la servon...

Leggi Ancora
Commenti | Caricato dentro Cucina Giapponese Angolo ingredienti Da Leon

Mentre il tempo diventa più freddo, alcuni dei ricci di mare più pregiati al mondo vengono catturati proprio ora al largo delle coste del Canada. Queste creature spinose sono particolarmente apprezzate in Giappone, dove il Canada esporterà gran parte del bottino. Lì, il riccio di mare è chiamato "uni" ed è considerato una prelibatezza.

"La cosa complicata dell'acquisto di ricci di mare vivi è che non sai mai cosa c'è dentro", ha detto Jenice Yu, proprietaria di un negozio di pesce a Port McNeill, Columbia Britannica, Canada. "Ecco perché proviamo a scegliere le migliori barche con i migliori sommozzatori che sappiano dove raccogliere i migliori ricci." Yu dice che, dal momento che i ricci di mare mangiano cose che cadono sul fondo del mare, i raccoglitori devono cercarli negli ambienti giusti. Il segreto del riccio di mare canadese è l'alga konbu che attribuisce sapore e nutrienti alla sua polpa. Infatti la pesca avviene principalmente in mezzo alle foreste sottomarine di alghe kelp, l...

Leggi Ancora

Il Tonno Rosso anatomia del sushi

19/feb/2018 19:52:50

Cos'è il Maguro? E' la parola giapponese che vuol dire Tonno. Molto ricercato nel mondo del sashimi è diviso in 3 gradi principali. Ma prima di entrare nel dettaglio tra i vari tagli di questo pregiato pesce migratore, voglio raccontarti una mia esperienza, in un giorno libero in giro per la periferia di Tokyo

.Otoro sashimi

Questo epico racconto inizia quando un mio buon amico mi invita ad accompagnarlo presso un locale chiamato Maguro, non lontano dal suo ufficio. Il locale è frequentatissimo da un pubblico di professionisti di zona e buongustai provenienti dai quattro angoli della città, alla ricerca di una cosa sola, il miglior sashimi di Tonno Rosso Bluefin di sempre.Il locale è spartano, non ci sono sedie o tavoli comodi, solo sgabelli alti e tavolini, e le birre le devi prendere da solo da una grande cassa piena di ghiaccio vicino all'ingresso. Il menu è scarabocchiato in giapponese su una lavagna e con la barriera linguistica il posto vede pochi turisti internazionali, ma questo non fa che au...

Leggi Ancora

Impara i termini di base sul sake giapponese

Dai Shu Ginjo
Massima qualità di sake fatta sia con Junmai o Honjozo. Il riso viene lucidato oltre il 50%.



Genshu
Sake che non è stato diluito con acqua per abbassare il livello di alcol. Ha un contenuto di alcol superiore al sake normale.

Ginjo Shu
Sake di alta qualità realizzato con Junmai Honjozo. Il riso è lucidato almeno il 40%.

Honjozo
Un tipo di sake fatto con l'aggiunta di alcol distillato su sake Junmai Shu per aggiungere sapore.

Junmai Daiginjo
Massima qualità di sake a base di riso puro e riso brillato più del 50%.


Junmai Shu
Sake fatto con riso puro. Generalmente è un sake secco o leggermente floreale. Lucidatura del riso tra il 30 e 40%


Koji
E' un fungo filamentoso utilizzato per iniziare la fermentazione del riso bollito per la produzione del sake. Ingrediente vitale per fare un sake di qualità.

Koji-Kin
Cultura secca di spore di muffe koji. Indispensabile se si vuole produrre il sake. Questo prodotto converte l'amido del riso in ...

Leggi Ancora

Binchotan carbone vegetale

07/mar/2016 12:33:45

Ricordo in un sushi bar di Tokyo una sequenza di Nigiri sushi con topping di tonno e di calamaro leggermente grigliati, passati davanti al mio sguardo, per pochi istanti, su un piccolo barbeque che non emetteva fumo. Ricordo ancora il contrasto fra il sottile strato di superficie della fettina di tonno, caldo, con un leggero sapore di cenere. 
Il sapore ed Il profumo di grigliato, con la fresca morbida fragranza della carne cruda del pesce. Chiesi al sushi chef quale tipo di carbone potesse dare quel sapore favoloso di grigliato, e conobbi il binchotan, il carbone vegetale giapponese a lenta combustione, che può essere di vari legni pregiati, ma il più comune è appunto quello di bambù. 


Andiamo a cercare la bistecca più pregiata, la migliore chianina o addirittura la wagyu, spesso spendendo una fortuna per regalare a noi stessi ed ai nostri amici un'esperienza gastronomica che ci auguriamo resti indimenticabile. Ma poi, mettiamo nel nostro barbeque la carbonella che acquistiamo al superm...

Leggi Ancora

Conoscere il sakè giapponese

30/set/2015 13:07:12

Il Sakè giapponese è una bevanda molto simile al vino che può variare dai 13 ai 18 gradi alcolici, ed è ottenuto dalla fermentazione di particolari tipi di riso. La sua qualità, il suo sapore e la sua purezza derivano dagli ingredienti utilizzati: riso, acqua sorgiva, lievito (Koji) e dal processo di lavorazione: grado di levigazione del chicco di riso, che va dal 35% al 70%; temperatura, fredda  (si fà solo in inverno) e tempi di fermentazione. 

Il processo di lavorazione ha mantenuto in pieno il carattere artigianale di parecchi secoli fa, e prevede le fasi di lavaggio e levigazione del riso, di cottura al vapore, l'aggiunta dei fermenti di riso, il koji, e la fermentazione in grandi botti di legno, il filtraggio, la stagionatura in botti di cedro, e l'imbottigliamento.  Il Sakè viene spesso consumato caldo fino ad un massimo di 50°c, o freddo, a circa 6°/10°c. Ma solo quelli di più alta qualità possono essere serviti freddi. Esistono tante varietà e qualità di Sakè quanto di vini in ...

Leggi Ancora

Aristeus Antennatus è una delle due specie di Gambero Rosso più ricercate. Il Gambero viola è in realtà di colore rosso, ma è riconoscibile facilmente per la macchia viola sulla testa. E' anche famoso come il "Gambero di Gallipoli" un po' perché è lì di fronte alla "Città Bella", nel Mar Jonio che viene pescato, con reti a strascico, ma solo in alcuni periodi dell'anno, evitando quelli della riproduzione, naturalmente, un po' perché è proprio in Puglia che si consuma inconsapevolmente da tempo immemorabile il "sashimi", più noto localmente come "crudo di pesce", e qui il boccone più pregiato, assieme al Riccio di mare è proprio il Gambero Viola, tanto da essersi guadagnato l'appellativo di "Imperiale".
A Gallipoli lo si trova fresco, appena pescato, e lo consigliamo assolutamente, ma per chi lo può gustare solo altrove, in un sushi bar in altre città italiane o europee, per esempio, Nipponia seleziona una produzione abbattuta a bordo del peschereccio immediatamente dopo la cattura, qua...

Leggi Ancora

Masu ikura

19/feb/2015 16:00:01

La trota (Masu, in giapponese) OnchorhynchusMykiss è praticamente un salmone che, invece di girovagare per i mari, per poi tornare a deporre le uova nelle acque dolci dei fiumi, come fa il cugino Keta, si è stanziato in quei fiumi e laghi, subendo nel corso dei secoli solo piccole variazioni morfologiche che lo separano dalla famiglia. Le uova dei due cugini, ad esempio, sono tanto simili che è difficile distinguerle una dall'altra. Sono solo poco più piccole, pur restando molto grandi rispetto alle uova degli altri pesci, di colore più arancio ed hanno la membrana un poco più spessa. Il sapore è speciale, e molto simile a quello dell'Ikura Chum/Keta. Queste uova deliziose possono essere usate esattamente come l'ikura Keta, per riempire i Gunkan o i Temaki sushi, o per guarnire ed impreziosire i sushi rolls e qualunque altro piatto.

Masu ikura

Anche una decina di grani di Masu Ikura, come di Chum Ikura, ammonticchiati o disseminati nei punti giusti, trasformano il piatto, lo impreziosiscono, gli ...

Leggi Ancora

La salsa di soia

15/ott/2014 13:22:59

La Salsa di Soia o Shoyu è una salsa fermentata ottenuta dalla soia, grano tostato, acqua, sale e koji.
La sua origine è cinese e negli anni si è imposta quale ingrediente tipico della cucina asiatica ed in particolare della cucina giapponese. In Cina fin dall’antichità venivano prodotte salse fermentate e tra queste la salsa di soia. Venne introdotta in Giappone alla fine del VII secolo ad opera dei monaci buddhisti, i quali la utilizzavano per conferire ai cibi un certo aroma di carne.
Le salse autentiche sono prodotte con soia intera, fermentata con il koji, ma molti produttori utilizzano proteine di soia idrolizzate. Quest'ultime non possiedono la colorazione originale caratteristica delle salse ottenute da soia intera, ma vengono comunemente addizionate con del colorante al caramello ed hanno conseguentemente un costo inferiore.
Per la conservazione si raccomanda di mantenerla in frigorifero ed al riparo dalla luce diretta. Una volta aperta, se non conservata correttamente, tende ...

Leggi Ancora

sushi-sushi.it

19 oggetto(i)